Under16: Real Carinaro - Battipagliese 3-2

Pessima prestazione dei ragazzi di Mr. Schettini sul Campo del Real Carinaro!

3 a 2 il risultato finale a favore della squadra di casa allenata da Mr. Voccia, vecchia gloria calcistica che vanta dei trascorsi con la Battipagliese.

La partita è stata giocata con pessime condizioni atmosferiche, con vento e pioggia a tratti battente e fortemente condizionata anche dall’inesperta direzione arbitrale del giovanissimo Sig. Altobelli Michele della sezione di Caserta.

Partita caratterizzata da moltissimi episodi al limite della regolarità sportiva e da frequenti e lunghe pause di gioco determinate dagli scaltri giocatori di casa che, in vantaggio, hanno approfittato delle interruzioni per riprendere il gioco con tutta comodità. Appena 20 i minuti effettivi giocati nel secondo tempo.  

Mister Schettini ha schierato in campo:

Fortunato C., Adinolfi, Pisaturo, Abate D., Nicoletti, Lenza, Cerrato, Vece, Romano, Mastrolia, Altieri A. – a disposizione Mirra, Menduto, Voccia, Leo,  Botta, La Corte,  e Monetti.

1 – Tempo. Dopo appena 5 m di gioco il Real Carinaro va in rete su palla inattiva da calcio d’angolo con la difesa immobile su un traversone apparentemente innocuo. La Battipagliese, reagisce rabbiosamente, si riversa nella metà campo avversaria con Romano che in diverse occasioni ha fatto prevalere la sua fisicità e superiorità tecnica per scardinare la difesa dei giovani e caparbi casertani.

Ma al 12 m a seguito di improvviso cambio di gioco, il Real Carinaro va nuovamente in rete grazie alla complicità della improvvida difesa battipagliese.

Rabbiosa ma inconcludente è la reazione delle giovani zebrette che, nonostante la superiorità tecnica, non riescono a far prevalere il proprio gioco. Fino a quando  al 19 m Romano involato da assist prezioso di Lenza colpisce a rete da fuori aria la porta avversaria per il provvisorio 2 -1.

Palla a centro. Si ricomincia. Ma non va. La battipagliese non riesce ad imporre il proprio gioco. Troppi errori a centro campo. E al 25 m. un’altra distrazione difensiva, mischia al limite dell’area, Fortunato, disturbato da un giocatore avversario, non trattiene la palla e il Real Carinaro va nuovamente in rete. 3 – 1.

Riprende il gioco con Romano sempre protagonista in attacco che, nonostante i falli subiti, riesce ad involare in rete prima Altieri e poi Mastrolia ma con scarsi risultati.

Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, respinta corta della difesa casertana, Vece da fuori area tira sicuro in rete ma la mano di un giocatore avversario blocca la traiettoria della palla. Il Signor Altobelli non ha dubbi, forse per la prima volta, è rigore! Mastrolia dal dischetto realizza il provvisorio 3 –  2 con un perfetto destro che spiazza il portiere. Ma non c’è tempo per ricominciare. L’arbitro sospende provvisoriamente le ostilità.

2 Tempo – Caratterizzato da spiacevoli episodi antisportivi e da continue e lunghe pause per consentire di soccorrere i giocatori del Real Carinaro che sembravano improvvisamente colpiti da un virus debilitante.

Alla fine finiscono sul taccuino del Signor Altobelli 5 ammoniti per il Real Carinaro e due calciatori della Battipagliese, tra questi Adinolfi che, per somma di ammonizione, viene espulso.

Come dicevo 2 tempo di gioco bruttissimo appena 20 minuti di gioco effettivi. Nessuna concreta occasione importante.

Entrano Voccia per Altieri, Monetti per Abate e Botta per Vece, ma la musica non cambia.

La battipagliese non ha mai giocato tecnicamente come sa giocare. Troppe distrazioni. Troppe e inutili reazioni scomposte alle provocazione dei calciatori avversarsi ai quali si deve dare merito di aver tenuto testa, vincendo, ad una squadra di un buon livello ma che deve ritrovare l’umiltà e la serietà per approcciare diversamente gli impegni di categoria.

          

 

TOP