Under16, Battipagliese - Alma Verde 1-0

Mentre la squadra maggiore contro il modestissimo Solofra Calcio, sì è assicurata la matematica certezza di permanere nel Campionato di Eccellenza, il Settore Giovanile della Battipagliese continua a lavorare con umiltà e senza tanti clamori per onorare la maglia e per raggiungere i massimi risultanti nei campionati di competenza. 

Partita giocata in una mattinata molto calda con folate di vento che hanno determinato una scarsa visibilità a causa della polvere che si alzava dal terreno giuoco, probabilmente provocato della scarsa manutenzione del vetusto del campo che evidentemente andava bagnato prima dell’inizio della partita. Ma a Battipaglia questo passa il “convento” e tocca arrangiarsi se si vuole fare Sport. Ma come si usa dire in questi casi “…a Zita è sorda” ovvero “ci sente ma fa finta di non sentire” e poco importa se il Calcio, lo Sport in generale a Battipaglia è arrivato in un vicolo cieco a causa di chi non vuole che questa Città risorga, cominciando proprio dallo Sport, ai suoi storici e non lontani splendori, quando Battipaglia era considerata nel Sud Italia, per definizione, la Capitale dell’economia, della Agricoltura, dello Sport……. ora è solo la capitale della monnezza della Regione Campania.

Ma ritorniamo al calcio giocato. I ragazzi di Mister Pumpo non hanno giocato una brillante prestazione, visto il livello tecnico della squadra avversaria. Nei primi 15 minuti di gioco avrebbe potuto chiudere tranquillamente l’incontro con 4 reti a zero se a turno La Corte, Mastrolia e Adinolfi non avessero smarrita la via del gol, e pertanto non sono riusciti a migliorare il risultato dopo la rete messa a segno al 4° minuto del primo tempo da Cascone. Anche lui in ombra quest’oggi, infatti dopo la segnatura ha disputato una prestazione opaca, non altezza del suo talento. Di contro, la difesa guidata dai corazzieri Nicoletti e Menduto hanno disputato una partita superlativa, e spesso hanno dovuto fare gli straordinari, con l’impeccabile Mirra tra i pali, per arginare i reiterati tentativi profusi dalla squadra avversaria per pareggiare la partita. Mister Pumpo ha provato anche con le sostituzioni a chiudere l’incontro ma, forse anche a causa dell’ora legale, i ragazzi non erano sulle gambe e non riuscivano a giocare come già hanno dimostrato di saper fare. Fino a quando il triplice fischio del Direttore di Gare, signor Alessandro Bando della Sezione AIA di Agropoli, ha decretato la fine dell’incontro, facendo ritornare il sorriso sui giovani volti dei ragazzi della Battipagliese.

Ora testa e sacrifici negli allenamenti in vista dei prossimi triplici e difficili impegni contro Materdei, Puteolana e Materdei che occupano rispettivamente i primi tre posti in classifica. Domenica prossima la Battipagliese giocherà sul campo “San Rocco” di Capodimonte di Napoli, proprio contro la capolista ASD Materdei che all’andata è stata sconfitta dai nostri giovani calciatori per 2 – 1. Test importanti per conquistare i play-off. Impresa difficile ma non impossibile, se i nostri ragazzi giocheranno, come sanno fare, con il cuore e con la testa e vi posso garantire che hanno un grande cuore ….. perché sono consapevoli di essere i padroni del loro destino. Forza Ragazzi…. Battipaglia è con Voi..

TOP