Angri - Battipagliese: i precedenti a cura di Paolo De Vita

Angri - Battipagliese è uno dei derby più longevi del Salernitano. Lo si deve soprattutto alla lunga sequela di confronti diretti consecutivi avvenuti dal 1952 al 1972. Vent'anni di gare, anche cruente, tra Promozione e serie D, poche, comunque, con in palio il primato del girone. I numeri: la Battipagliese ha vinto ad Angri 8 volte, pareggiato e perso 11 volte a testa, 31le reti fatte e 38 quelle subite. I giocstori della Battipagliese andati a rete più spesso ad Angri sono stati Tarlao, Bua (entrambi nel 61 e nel 62), Immediata (nel 67 e nel 69) e Forzelin (nel 71 e nel 72) con 2 reti a testa. Il primo confronto risale al vittorioso (per il Battipaglia!) campionato di II Divisione 1935-36: nella fase a gironi fini 1-1 (rete di Fumai II), poi, nel girone finale, 3-2 per i bianconeri, risultato non convalidato per il ritiro anticipato dei grigiorossi. La seconda volta (ufficiale!) avvenne nella stagione 1949-50 conclusa con la promozione dei bianconeri in I Divisione, che espugnarono Angri con una rete di Campagna. Poi fuga dalla città per giocatori ospiti e arbitro protetta dalla polizia... Dalla stagione 1952-53 fino al '71-72 i confronti si susseguirono annualmente. Ma bisogno' attendere il 1960-61 perché i due punti in palio volessero il primato: ad Angri si imposero i locali per 3-2, e a fine campionato vinsero il girone con le zebrette arrivate seconde, ma persero gli spareggi promozione. Due anni dopo, le zebrette, finalmente alla testa del gruppo C, impattarono ad Angri 1-1, ma anche per loro gli spareggi risultarono funesti. Nel 1964-65, l'Angri, ancora vincitrice del girone e puntualmente estromesso negli spareggi, si impose 3-0 contro una Battipagliese poco competitiva. Nelle due stagioni successive, con le due squadre lanciate alla vana rincorsa della capolista Paganese, lo scontro diretto si chiuse con altrettante vittorie dei grigiorossi sul terreno amico rispettivamente per 1-0 e 2-1. Nell'estate del 1968 la serie D divenne realtà tanto per la Battipagliese quanto per l'Angri, entrambe ripescate per l'ampliamento dei gironi. Il derby, quindi, si ripropose anche in Quarta Serie e si concluse, nelle quattro stagioni a venire, con due pareggi per 1-1 e una vittoria a testa. Quella bianconera del 1971-72 porto' la firma di Laurino e Forzelin e arrivava 8 anni dopo la precedente decisa, nel 63-64, da un gol di Russo. Con la retrocessione dell'Angri in Promozione, il derby fu rimandato alla stagione '77-78 (0-0) e proseguì fino al 1980-81, annata conclusa con la promozione dell'Angri in Interregionale e la Battipagliese, quarta, a mangiarsi le mani (furono promosse le prime tre del girone!). Quell'anno lo scontro al vertice terminò 0-0 e si disputò sul neutro di Nocera. I successivi quattro derby finirono tutti appannaggio delle zebrette, che espugnarono il "Novi" per 3-0 (reti di Marcellino, Saturno e Citro) nel vittorioso torneo di Promozione '83-84, e poi 1-0, nel campionato Interregionale 1986-87, con la rete di Pirozzi che sanciva contemporaneamente la perdita dell'inviolabilita' del campo angrese che durava da anni, e il debutto di Luigi Pastena alla guida della società. Infine, il 3-0 propiziato dalle segnature di Gatto, Condemi e Di Vece, arrivò durante la stagione 1987-88, che sancì lo storico approdo in C2 dei bianconeri. Diciassette anni dopo la Battipagliese è di nuovo al Novi, dove il 5-0 al passivo rappresenta una delle tantissime sconfitte di quella tristissima annata, culminata con l'anticipata e scontata retrocessione in Eccellenza. Nel 2010-11, di ritorno in serie D, la Battipagliese di Chiancone, subentrato a Santosuosso, si impone ad Angri per 2-0, grazie alle reti di Coquin e Landolfi. A conti fatti, domenica andrà in scena il 31esimo derby di campionato tra Angri e Battipagliese. Vinca il migliore!

Paolo De Vita

TOP