Anche Battipaglia piange Rino Santin

È morto nella sua Cava dei Tirreni Rino Santin, un gentiluomo del calcio che ha onorato anche Battipaglia e la Battipagliese della sua professionalità. Santin arrivò a Battipaglia in un momento delicato per la squadra bianconera appena precipitata in serie D (allora Campionato Nazionale Dilettanti) in seguito a due retrocessioni consecutive.Santin arrivò in estate inoltrata e, con una squadra forte di grandi individualità (tra questi, Esposito, Carafa, Colagiovanni, Danese...), lanciò giovani di sicuro avvenire come Criscuolo e Marra. Seppure priva di un vero centravanti e con il bomber designato, Ciccio Foggia, assente per buona parte della stagione, centro' la promozione in serie C2 mettendo in fila Real Catanzaro, Agropoli e Castrovillari. Il record nazionale di reti subite in quel torneo, solo nove, resta ancora imbattuto. L'anno dopo, stagione '93-94, trascino' una giovanissima Battipagliese, alle prese inizialmente con il campo squalificato e, successivamente, con l'impasse societario, fino al quarto posto. Peccato non fossero ancora stati istituiti i playoff...

La F.C.D. Battipagliese 1929 si stringe al dolore che ha colpito la famiglia Santin per la perdita del caro Rino.

TOP